Concerti d'Organo 2018 in Santa Maria Nuova

Tu sei qui

da Venerdì, 3 Agosto, 2018 - 21:15 a Venerdì, 31 Agosto, 2018 - 21:15
chiesa S. Maria Nuova
61032 Fano PU
Italia

57.a edizione della rassegna concertistica con l'organo "Mascioni" op. 776 (1959)

Interpreti: Fanxiu Shen, Giulio Tosti, Manuel Tomadin, Gerhard Gnann, Federico Teti

 

 

FANO (PU)

 

Chiesa di S. Maria Nuova

 

CONCERTI D'ORGANO


57.a edizione - agosto 2018

 

organo "Mascioni" op. 776 (1959; III/80)

 

Calendario:

 

 

venerdì 3 agosto
Fanxiu SHEN (Cina) - https://www.organieorganisti.it/shen-fanxiu

Musiche di Georg Muffat, Buxtehude, Frescobaldi, Bach, Franck, Boëllmann

 

venerdì 10 agosto
Giulio TOSTI (Italia) - https://www.organieorganisti.it/giulio-tosti

Musiche di Duruflé, Gigout, Franck, Yon, Giulio Tosti, Mendelssohn

 

venerdì 17 agosto
Manuel TOMADIN (Italia) - https://www.organieorganisti.it/utenti/manuel-tomadin

Musiche di Guilmant, Dubois, Bédard, A.G. Ritter

 

venerdì 24 agosto
Gerhard GNANN (Germania) - https://www.organieorganisti.it/gerhard-gnann

Musiche di Bach, Mendelssohn, Rachmaninov, Bovet, S. Neukomm

 

venerdì 31 agosto
Federico TETI (USA) - https://www.organieorganisti.it/federico-teti
Coro San Carlo di Pesaro diretto da Salvatore Francavilla

Musiche di Bach, Rossini, Debussy, Liszt, J. Rutter

 

* * *


A seguito dei bombardamenti dell’agosto del 1944, anche la chiesa di Santa Maria Nuova in FANO fu seriamente danneggiata con il crollo del campanile e di parte del presbiterio. Il danno alla Città risultò più doloroso, perché la chiesa custodiva - oltre al celebre coro ligneo intarsiato della ne del XV secolo - preziosissime opere di Giovanni Santi e del Perugino, così come una tavola (la celebre predella) nella quale molti studiosi ravvedono la giovane mano di Raffaello. Le opere di ricostruzione della chiesa, condotte sin dal 1945, coinvolsero successivamente anche l’interno dell’edi cio. Si decise in questa fase di abbattere anche la cantoria presente sulla controfacciata che custodiva l’organo Bazzani (del 1853) seriamente danneggiato con i bombardamenti.

Il progetto per la costruzione di un nuovo grande organo, rispondente ai criteri del gusto corrente, fu voluto da P. Francesco Talamonti - allora Guardiano del convento - che commissionò lo strumento alla celebre ditta Mascioni di Cuvio. Realizzato su progetto dal fanese Igino Tonelli - canonico e organista della cattedrale locale - l’organo fu inaugurato il 6 dicembre 1959 con un concerto del francescano M° Alessandro Santini.

È uno strumento a trasmissione totalmente elettrica, composto da circa 3000 canne, collocate all’interno di due grandi camere sulla parte sinistra del presbiterio (le canne di facciata sulla destra sono collocate per simmetria estetica) e da una consolle lignea, collocata al centro dell’antico coro ligneo e trasferibile n innanzi l’altare maggiore. Ha tre manuali di 61 tasti (Do1-Do6) e pedaliera di 32 (Do1-Sol3) e consta di vari comandi, completati quest’anno dalla installazione di un Sequenzer elettronico per la gestione delle combinazioni aggiustabili ad uso dei concertisti.

È a partire dall’estate 1962 che la chiesa ospita la Rassegna di concerti d’organo, una fra le più antiche manifestazioni culturali della Città di Fano, che già dalle prime edizioni divenne di rilevo internazionale, punto di riferimento per la carriera di numerosi organisti di tutta Europa. Complessivamente, dal 1962 ad oggi, sono stati realizzati oltre 250 concerti, in cui si sono esibiti oltre 200 artisti di tutto il mondo.

 

 

*** QUI IN CALCE GLI UTENTI ISCRITTI AL PRESENTE SITO POTRANNO SCARICARE L'OPUSCOLO UFFICIALE DELLA RASSEGNA ***