LETTURA TRAMITE TABLET

Questo nuovo spazio è rivolto a chiunque svolga attività di organista a qualsiasi titolo, nonché a coloro che seguono il mondo dell'organo e della musica organistica come semplici appassionati.

Attendiamo con piacere le vostre iscrizioni e suggerimenti per dibattere qualsiasi argomento che vi stia a cuore.

LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda LUIGI » 20/10/2016, 21:37

Cari Amici,
sono talmente contento delle possibilità offerte dalla lettura degli spartiti con tablet che non riesco più ad usare i libri. Penso addirittura che non ci siano obiezioni possibili al passaggio dalla carta al digitale se non un attaccamento affettivo, una pura battaglia di retroguardia. Nel mio dispositivo ho una biblioteca immensa (a oggi 1145 autori, 6,5 giga di ampiezza file, il tutto in meno di un chilogrammo) con un numero incredibile di pagine, tutte facilmente raggiungibili in pochi secondi e perfettamente leggibili ovunque. Su queste pagine posso fare e cancellare tutte le annotazioni che voglio nei colori che desidero, utilizzare la scrittura manuale oppure a stampa, posso mettere indici, aggiungere, eliminare o spostare pagine da un libro; le pagine sono sempre perfettamente illuminate, non posso dimenticare nulla a casa, ho sempre con me la letteratura per suonare su un Antegnati e anche su un Cavaillé Coll, per accompagnare una funzione cattolica oppure protestante, insomma, come una chiocciolina porto con me tutta la mia casa. E se dovessero rubarmi il tablet, o esso dovesse guastarsi, sarebbe sufficiente accedere alla copia di sicurezza e ripristinerei la mia biblioteca in pochi minuti. L'unico neo, l'unico veramente, consisteva nel voltare le pagine che, per il tablet, è necessario voltare ad ogni singola pagina. Ebbene, anche questo problema è risolto con il curioso oggetto che, nato per aiutare i deltaplanisti a scattare fotografie serve perfettamente agli organisti come voltapagina. Per me è un enorme passo in avanti. Facile, sicuro, definitivo. Con 400 euro si acquista un tablet (meglio se di 12 pollici come il mio Samsung) e si volta pagina. Una volta per tutte.
LUIGI
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 23/06/2014, 21:00

Re: LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda khunugi » 24/10/2016, 10:54

grazie per l'informazione, sono contento per te. Rimane il fatto che non hai indicato in che modo ti è possibile
fare tutto quello che hai riportato , in pratica: che software usi oppure che tablet usi per aver tutto questo ben di Dio e come fai a gestire il ripristino di eventuale perdita del tablet stesso : un backup sul computer ?? grazie se potrai rispondere . Saluti Giovanni
khunugi
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 12/02/2013, 11:41

Re: LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda Candido Bondavalli » 24/10/2016, 12:27

Gentile Luigi,
anch'io, organista dilettante a Mantova, uso il tablet con soddisfazione.
Mi ha incuriosito l'oggetto misterioso che serve a voltare pagina. Dove si puo' trovare?. Grazie.
C.Bondavalli : bondavallic2@gmail.com
Candido Bondavalli
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 10/06/2013, 21:04

Re: LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda Giannibri » 24/10/2016, 13:55

Buongiorno,
sicuramente una soluzione interessante, ma non è che il monitor da 12 " è un po' piccolino?
una pagina A4 forse ci va' un po' stretta... e non mi risulta ci siano tablet con monitor più grossi...
Però se ci fosse qualcosa di altrettanto interessante sarei interessato a valutarlo.
Grazie a chi collaborerà.
Gianni
Giannibri
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 18/07/2013, 14:08

Re: LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda andrix31 » 26/10/2016, 14:36

Ciao!
Non credo abbia senso parlare di "pura battaglia di retroguardia", altrimenti vi garantisco che non ne usciamo più.
Certo, un tablet e i milioni di pdf di spartiti che si trovano avvantaggiano enormemente il portafoglio, memore io di quanto costano le partiture più raffinate...
Personalmente, una lettura via tablet non la farei mai. Credo che la dimensione ottimale per uno spartito organistico sia il B4 - suppergiù la dimensione dei vecchi volumoni di Bach, Buxtehude, Reger... - della Peters.
Poi ognuno come vuole... e via col divertimento e l'emozione di fare musica!

In attesa che il tablet sostituisca anche l'organista (qualche lungimirante sacerdote ha già interfacciato una specie di disklavier con la consolle... foto disponibili)...
A presto!
Andrea
andrix31
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 28/11/2015, 15:18

Re: LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda LUIGI » 26/10/2016, 16:21

inizio a rispondere a Giannibri. La lettura su un tablet da 12 pollici è chiarissima e, potrei dire, molto più definita che non su carta poiché l'illuminazione è perfetta e la definizione pure. La lettura del formato A4 ma anche formati maggiori (parlo dei volumi della Peters, Barenreiter, Breikopf delle opere di Bach, Buxtehude, Pachelbel che sono 34 x 25 cm circa) sul tablet è migliore che non sulla carta. Però devo dire che esiste un iPAD da 13' che permette una lettura ancora migliore. Non perché più definita (la definizione è la stessa) ma perché il formato è più quadrato rispetto al Samsung da 12' e quindi il formato sfrutta meglio la pagina. Il costo però è più elevato e la memoria è fissa seppur ampia, mentre il Samsung Galaxy note pro SM-P 900 ha una memoria modulare che permette di essere ampliata a piacere. Ovviamente io sono disponibile a far vedere il mio tablet quando si vuole. In fondo lascio i miei dati.
A candido Bondavalli: lascio il link al sito di vendita di questo prodotto
http://www.musictabletstore.com/en/spec ... tches.html
costa 49 euro e va unito ad un trasmettitore blue tooth tipo air turn BT 105 (anche altri vanno bene) in vendita sempre sullo stesso sito. Il bite switch si tiene in bocca e si dà un morso quando si vuole girare pagina e il trasmettitore blue tooth si tiene nel taschino della camicia o appeso da qualche parte. Consiglio però di foderare la parte da masticare con una pellicola alimentare (domopack o qualcosa di simile) per mantenere nel tempo l'oggetto e proteggerlo dall'usura: a me il primo si è rotto dopo circa 2 anni perché non l'ho protetto.
a Giovanni Khunugi: il mio intervento era propedeutico e se mi fossi messo a descrivere i dettagli avrei (e dovrei) utilizzare una intera pagina e non basterebbe ancora. Ora posso rispondere alle tue domande: il programma che uso (ma ce ne sono molti) è la app MOBILE SHEETS PRO che costa circa 13 euro e che funziona bene. Purtroppo per me ha il manuale solo in inglese che conosco in modo rudimentale e quindi non riesco a utilizzare il tutto al 100%. Il backup io lo faccio circa una volta al mese sul computer e quindi ho sempre una copia di riserva facilmente reinstallabile. Per i particolari, però, sarebbe meglio che mi telefonassi oppure che ci si vedesse direttamente davanti al tablet stesso.
Io abito a Volpiano (To) e rispondo al telefono 335.5477461.
Un grazie per l'interesse e un caro saluto a tutti. Luigi
LUIGI
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 23/06/2014, 21:00

Re: LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda rizant » 26/10/2016, 17:25

Gentile Luigi,
grazie mille per la Sua testimonianza sull’uso del tablet per la lettura degli spartiti.
Sono molto interessato all’argomento proprio per gli indubbi vantaggi di cui Lei parla: quantità incredibile di materiale che ci si può portare dietro con un peso alla fine molto limitato.
Non ho ben capito come ha risolto il problema di voltare le pagine.
Quello che mi ha sempre bloccato nell’acquisto era il fatto che ritenevo troppo piccolo lo schermo per poter leggere uno spartito: consultando i siti di vendita di tablet non ho mai trovato nulla infatti che andasse oltre i 10 pollici.
Le lascio la mia mail e Le sono grato se vorrà contattarmi privatamente, così potremmo parlare un po’ di questa “rivoluzione tecnologica” e liberarmi finalmente del mega libro che sono costretto a portarmi dietro per il mio servizio domenicale.
Ecco la mia mail: riza.antony@libero.it
A presto e grazie ancora per quanto ha scritto.
Antonio
rizant
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 13/08/2013, 12:47

Re: LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda LUIGI » 27/10/2016, 21:26

andrix31 ha scritto:
> Ciao!
> Non credo abbia senso parlare di "pura battaglia di
> retroguardia", altrimenti vi garantisco che non ne usciamo più.
> Certo, un tablet e i milioni di pdf di spartiti che si trovano
> avvantaggiano enormemente il portafoglio, memore io di quanto costano le
> partiture più raffinate...
> Personalmente, una lettura via tablet non la farei mai. Credo che la
> dimensione ottimale per uno spartito organistico sia il B4 - suppergiù la
> dimensione dei vecchi volumoni di Bach, Buxtehude, Reger... - della Peters.
> Poi ognuno come vuole... e via col divertimento e l'emozione di fare
> musica!
>
> In attesa che il tablet sostituisca anche l'organista (qualche lungimirante
> sacerdote ha già interfacciato una specie di disklavier con la consolle...
> foto disponibili)...
> A presto!
> Andrea

Caro Andrea,
mi ricordi un po' gli increduli contestatori di Galileo che si rifiutavano di guardare nel cannocchiale perché tanto era già tutto scritto nella Bibbia....
Oppure quando, nel 1985, primo medico in Italia computerizzai il mio ambulatorio. Bene: molti miei Colleghi mi sbeffeggiavano dicendo che certo così era facile fare le diagnosi e le terapie, semplicemente confondendo quel che poteva essere l'uso del computer come aiuto alla gestione e archiviazione dei dati rispetto a quello che è il lavoro del Medico che consisteva e consiste nel fare le diagnosi e le terapie (non solo, certo, non solo...). Io ho 64 anni suonati e non certo una vista da falco ma, ti posso assicurare, si legge addirittura meglio la stessa pagina sul tablet rispetto alla carta in formati grandi tipo quelli da te citati. Perché? Perché la dimensione è solo uno dei parametri che concorrono a creare la comprensione dello scritto. Altrettanto importanti sono il contrasto, la luminosità, la definizione, la grana, il colore, l'illuminazione, l'abbagliamento e altri ancora.
Per quanto riguarda le stravaganze sacerdotali non mi pare sia necessario attingere ad esempi presi dall'oggi: le chitarre, gli elettrofoni, i musimatic e altre amenità affondano le loro radici in anni molto lontani.
Se vuoi guardare nel mio cannocchiale io sono ben disposto a condividere e a discutere con te questa esperienza, seria, sempre che ciò ti interessi. Altrimenti procedi pure sulla strada della carta. Nel mondo, per fortuna, c'è posto per tutti. Sperando di risentirti ti lascio sia la mia mail personale luigi.malandra@tin.it sia il mio telefono 335.5477461. Un caro saluto. Luigi
LUIGI
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 23/06/2014, 21:00

Re: LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda khunugi » 28/10/2016, 10:22

grazie infinite Luigi. Io abito a Conegliano (TV) , quindi un poco lontanino. Possiedo un tablet Lenovo 2 pro . Ho provato a vedere il software che mi hai indicato . molto interessante . Però come dici tu le istruzioni sono inglese. Ti ringrazio per il nr telefono. Ti posso chiamare se avessi bisogno per le istruzioni (quello che sai) ? Oppure se preferisci , (io preferireri perché vado meglio seguire passo dopo passo le istruzioni scritte) ti chiederei istruzioni via e-mail . Purtroppo non sono più tanto giovane (66anni e cominciano i primi segni di cedimento) e non tanto pratico con le moderne tecnologie; ci proverò. Intanto ricevi miei saluti e ancora grazie.
Giovanni khunugi@gmail.com
khunugi
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 12/02/2013, 11:41

Re: LETTURA TRAMITE TABLET

Messaggioda LUIGI » 22/11/2021, 22:45

Da quando scrissi la prima volta su questa rubrica per divulgare le possibilità offerte dalla lettura degli spartiti tramite tablet devo dire che qua e là sono spuntati organisti che incominciano ad usarlo, saltuariamente o costantemente, come alternativa agli spartiti cartacei. Mi farebbe piacere che proprio qui si formasse una cerchia di pionieri utilizzatori di questo sistema per discutere dei programmi che ognuno usa, delle criticità emerse e di tutto quello che vorremmo poter fare con questo mezzo. C'è qualcuno a cui interessa tutto ciò?
LUIGI
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 23/06/2014, 21:00


Torna a Benvenuto nella nuova piazza dedicata agli organisti e agli appassionati d'organo italiani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron