A margine del XXIX Congresso naz. di Musica Sacra AISC 2023

Nell'anarchico "mare magnum" liturgico-musicale italiano... dite la vostra!

A margine del XXIX Congresso naz. di Musica Sacra AISC 2023

Messaggioda Bombardone93 » 02/11/2023, 9:41

Venerdì 3 novembre 2023 a Vicenza avrà inizio il XXIX Congresso nazionale di Musica Sacra promosso dall'Associazione Italiana Santa Cecilia https://www.diocesivicenza.it/wd-appunt ... ica-sacra/ .

Il tema sarà "Che il popolo canti!" (in riferimento alla fondamentale importanza del canto dei fedeli nella messa)...

Leggete qui http://liturgiaetmusica.blogspot.com/20 ... nonis.html cosa affermava - amaramente - il vescovo emerito di Vicenza Pietro Nonis nel 2014...

La questione è: come e cosa il popolo di Dio dovrebbe cantare se la Chiesa non si adopera quasi per nulla ad una seria educazione liturgico-musicale dei fedeli da parte di musicisti professionalmente preparati (nonché salariati il giusto)?!

Quindi io avrei proposto il seguente tema: "Che il popoli canti... Ma prima venga educato a cantare (bene)!"

Veramente in materia da parte della Chiesa le direttive (di una certa serietà) vi sono (a partire dalla costituzione sulla liturgia "Sacrosanctum Concilium" del Vaticano Secondo, il primo documento promulgato nel 1963 dalla sacra assise), soltanto che non sono considerate, o addirittura disattese, dai preti stessi nonché dai vescovi (i quali, secondo una testimonianza indubbiamente prestigiosa, sono i primi a non curarsi non tanto della musica nel culto ma addirittura della liturgia stessa: parola del cardinale Ratzinger http://liturgiaetmusica.blogspot.com/20 ... inger.html ) .
Bombardone93
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 04/02/2013, 19:54

Torna a il canto nel culto divino della Chiesa cattolica in Italia...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron