l'improvvisazione

Largo al mondo degli improvvisatori: qui sta il futuro della musica per organo! Ma attenzione: improvvisatori non ci s'improvvisa!

l'improvvisazione

Messaggioda filippo » 11/03/2014, 17:47

Salve a tutti! Pratico l'improvvisazione da sempre, poiche' per mia o pigrizia mentale o incapacità non ho mai appreso la lettura musicale.. un po' come accede per i non vedenti, ho acuito via via la capacità di trasporre frasi musicali, armonie e vi a via polifonia solamente ascoltandom sia musica che i consigli di tutti i pazienti maestri che ho incontrato. La mia prima passione è l'arte organaria, improvvisare è stata la conseguenza per poter ascoltare in primis suoni e registri... lancio un po' il sasso nello stagno aspettando temi di discussione, impressioni etc etc sulla improvvisazione oggi, che vedo tornare di "moda" (nel settecento era la prassi.. all'organo improvvisavano un po' tutti)...
filippo
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 06/03/2014, 10:18

Re: l'improvvisazione

Messaggioda pigieffe » 12/03/2014, 12:03

Fammi capire se ho ben capito: hai incominciato col costruire e riparare organi, non sei in grado di leggere la musica ma, col tempo, hai imparato a fare del contrappunto improvvisandolo. Se è così, dimmi dove suoni che vengo a sentirti. Ho studiato composizione e non mi fa fatica di ammettere che contrappunto e fuga hanno rappresentato e rappresentano per me un osso di una certa durezza. Tempo fa ho trovato su youtube il filmato di un organista, credo francese, che improvvisava una fuga a quattro voci durante la Comunione: suonava con tale naturalezza che mi è fin sembrato un falso e, leggendo i commenti scettici di chi lo aveva ascoltato prima di me, me ne sono anche convinto. Ora tu dici di saperlo fare e senza avere prima fatto armonia e composizione organistica. Mi congratulo con te e sono felice che tu possa quanto ero convinto si potesse fare solo con dell'accademia alle spalle e un po' di diuturna pratica. Non mi fraintendere: il mio non è motteggiamento, e' sana invidia nei confronti di chi ha un talento naturale.
Se stai da qualche parte tra Lombardia e Piemonte, se me lo permetterai verrò veramente ad ascoltarti.
Pigieffe
pigieffe
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 27/01/2014, 14:20

Re: l'improvvisazione

Messaggioda stefanorattini » 14/03/2014, 0:09

Sono convinto che l'ascolto e la riproduzione allo strumento di ciò che si è ascoltato sia una pratica fondamentale per ogni musicista, che dovrebbe essere coltivata parallelamente alla lettura dello spartito e portata alla massima perfezione. I potentissimi mezzi audiovisivi a nostra disposizione potrebbero tra l'altro renderla alla portata di tutti. Così facendo si è obbligati ad ascoltare con la massima attenzione e in questo modo si apprende il linguaggio musicale in maniera molto profonda. Sarei molto interessato a rendermi conto a che livello si possa arrivare seguendo questa strada e ignorando completamente la lettura della partitura. Del resto è anche vero che la musica dovrebbe essere affare dell'orecchio, e non dell'occhio. Ha qualche registrazione da spedirmi o qualcosa è già in rete?

Una domanda: perché ci si nasconde dietro nickname? Mica è un sito per assatanati, questo:-)
stefanorattini
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 13/03/2014, 23:43

Re: l'improvvisazione

Messaggioda termoelettronico » 14/03/2014, 23:06

filippo ha scritto:
>.. un
> po' come accede per i non vedenti,

Avendo avuto come prof. di solfeggio un organista non vedente, ti posso assicurare che quando studiano musica, leggono una o piu' battute in braille, le memorizzano e le suonano subito dopo "attaccandole" come se facessero un montaggio mentale. E' un'operazione che gli sviluppa una memoria musicale impressionante.
termoelettronico
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 27/12/2013, 19:36

Re: l'improvvisazione

Messaggioda filippo » 25/03/2014, 13:13

Salve! Sono contento di aver "smosso l'acqua" e aver avviato una discussione veramente interessante. Posso benissimo capire le indubbie perplessità che possono nascere per comprendere cio' che ho detto, apparentemente assurdo. Non essendo io musicista e avendo affrontato studi ben differenti (laurea in ingegneria elettronica) ho come passione l'organaria e la musica d'organo. Per mia fortuna, entrai nel comitato per la costruzione dell'organo Dom Bedos di Rieti ed a oggi ne sono fortunatissimo "conservatore", badando alla piccola manutenzione della meccanica, il regolaggio e l'accordatura... devo dire che questo organo trasmette veramente tanto e mi consente di esplorare i meandri della creazione, pur essendo ben cosciente degli enormi limiti che mi derivano dalla totale ignoranza della lettura musicale, limiti ai quali cerco di supplire ascoltando i consigli e le splendide esecuzioni di tanti maestri che si sono avvicendati qui a Rieti vi posso postare qualche video di esempi in stile "tedesco" classico e in stile francese, rubando temi qua e là... https://www.youtube.com/watch?v=Q63WGMtO-yY
https://www.youtube.com/watch?v=CUuhCCaipiA Diciamo che devo veramente imparare cose' il tempo e ampliare i miei "giri armonici" ... pero' ammetto che improvvisare è un divertimento e uno stimolo veramente grandissimo...
filippo
 
Messaggi: 0
Iscritto il: 06/03/2014, 10:18


Torna a improvvisazione organistica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti