Biagio Putignano

Tu sei qui

Biagio Putignano, compositore e didatta pugliese, dal 2000 è titolare della cattedra di Composizione presso il Conservatorio di Bari, vincitore del concorso ministeriale per titoli ed esami. Ha svolto il ruolo di docente presso l’Università di Lecce, gli Istituti Musicali di Taranto e Ceglie Messapica e il Conservatorio di Lecce; ha tenuto Corsi e Seminari presso l’Accademia di Musica di Stato di Bielorussia a Minsk, l’International Summer Music School di Pucisca (Croazia), la Scuola di Musica di Riou (Grecia). la Domus Academy di Milano, l’Europäischer Musikworkshop di Altomünster (Monaco), il Conservatorio di Cascais (Portogallo), i Corsi Estivi di Trani, per conto di diversi enti e associazioni a Lecce, Bari, Brindisi, Galatone (Le) e i Corsi annuali presso l’Accademia Mezzogiorno Musicale di Taranto, l’Accademia Internazionale di Musica “d. M. Colucci” di Pezze di Greco (BR), l’Ass.ne JuniorBand di Melissano (Le). Nel 2012 è stato nominato membro onorario de l’Academia de la Música Valenciana (Spagna), ed è stato insignito del Riconoscimento d’Onore “Il Sallentino 2012”. Inoltre, ha ricoperto i ruoli di Consigliere Accademico e di Responsabile del Dipartimento di Composizione presso il Conservatorio di Bari; ha fatto parte della Direzione Artistica di Musica in Irpinia, dell’Ass.ne Regionale Cori Pugliesi; attualmente è membro del Consiglio Direttivo della SIMC – Italia, nonché collaboratore stabile del MACMa di Matino (LE) e della Fondazione Palmieri di Lecce.

Negli anni ’90 ha fondato l’Ass.ne “A. Gentilucci” per la diffusione delle musiche contemporanee, e ne ha diretto l’omonimo ensemble strumentale, con il quale ha eseguito numerosi concerti in prestigiosi festival italiani, eseguendo in prima assoluta opere di vari compositori. In collaborazione col compositore Gianluigi Antonaci ha dato vita allo “Studio di Musica Elettronica PRACTICA NOVA” ed in seno ad esso il duo “SINTAXON”.

Ha composto cinque opere da camera (UN SEGNO NELLO SPAZIO, su testo di I. Calvino prima rappresentazione Conservatorio di Foggia, VARIAZIONI SUI COLORI DEL CIELO, prima rappresentazione Salisburgo, ripresa presso il Teatro “Piccinni” di Bari, COME ZAFFIRO MITE, prima rappresentazione Carmiano, VOCE CHE VOLA NEL VENTO, prima rappresentazione Mantova, Festival della Letteratura, MUSIGONIA per tre voci e orchestra da camera), l’oratorio CATTEDRALI DI SILENZIO (prima rappresentazione Festival Internazionale d’Organo di Lecce), il monodramma LA SECONDA ATTESA DI EURIDICE, diverse composizioni per orchestra (TRADUZIONI A CALCO, ARCHITUTTURE D’ARIA E DI VENTO ecc.) per organici cameristici e corali, (IL RESPIRO DEL CIELO per quartetto d’archi, GIARDINI D’AMBRA per sax e pf, CARTOGRAFIE DEL TEMPO per viola e chit el., basso el, piano Rodhes, INVISIBILE per coro e suoni di sintesi, MAGNIFICAT su testo di K. Wojtyla per coro e organo) e brani solistici (CINQUE COMMENTARI per pf, CIRCONDATI DI CIELO per arpeggione, FRAMMENTI DA PARMENIDE per clarinetto), oltre a musiche elettroniche (MARI DI VOCE, SE LE STELLE FOSSERO SOGNI ecc.) e installazioni sonore per eventi d’arte (HAIR MIER, SEGMENTI D’ARIA).

Le sue opere sono edite da varie Case Editrici Nazionali (M.A.P., Rugginenti, Edipan, Béerben, ArsPublica, Carrara, Eurarte, Sconfinarte) ed eseguite da importanti interpreti quali Luisa Sello, Cornelia Petroiu, François Veilhan, Nicolas Deletaille, Filippo Lattanzi, Mieko Kanno, Patrik Kleemola, Markus Kreul, Maria Kavouni, Duo Novecembalo, Quartetto d’archi Paul Klee, Francesco Libetta, Jeremy Bell e Duo Alterno ecc. Tre Cd monografici (Un intreccio di tempo e spazio -Wide Classique-, Cinque Commentari – Nuvole elettriche -Archivi del XXI secolo-, Mari di Voce –M.A.P. –) ed un LP (Biagio Putignano – Eterfon–) raccolgono la sua produzione cameristica, insieme a numerosi Cd antologici contenenti composizioni per organici differenti.

Nel 2012 ha presieduto la giuria del 31° Concorso Internazionale di Esecuzione Violinistica “Lipizer” di Gorizia, per il quale ha composto ATLANTE DELL’IMMAGINAZIONE, pezzo d’obbligo per la 32° edizione 2013.

Ha pubblicato i seguenti scritti: “Dalla ‘composizione’ dello spazio al ‘controllo’ del tempo, attraverso il suono” (in Aa. Vv. L’ascolto del Pensiero – Rugginenti, Milano 2003), “Alcune considerazioni sulla figura di Karlheinz Stockhausen” (Finnegans 20xx), “Agenda di una ricerca” (Bari 2011), “Costruire il tempo: un’esperienza compositiva” (Musica/Realtà Marzo 2010), “Progettare la musica” (in Fughe: Architettura e Musica Grifo, Lecce 2012), oltre a vari articoli e recensioni sulla rivista FA LA UT. [marzo 2014]

 

* * *