ORGANI ITALIANI MEMORABILI

Tu sei qui

 

ORGANI ITALIANI MEMORABILI

 

1475 Bologna, Basilica di S. Petronio, Lorenzo di Giacomo da Prato

1533 Valvasone (PN), Duomo, Vincenzo Colombo

1650 L'Aquila, Oratorio di sant'Antonio dei cavalieri de Nardis, Luca Neri

1726 L'Aquila, S. Bernardino, Feliciano Fedeli

1729 Campinola di Tramonti (SA), Chiesa San Giovanni Battista, Carlo Rossi

1781 Bergamo, S. Alessandro in Colonna, Serassi (tre tastiere su due cantorie contrapposte in presbiterio, integralmente meccanico)

1783 Venezia, S. Maria della Salute, Dacci (1 tastiera e mezza)

1792 Colorno (PR), Chiesa ducale di S. Liborio, Serassi

1797 Roncole Verdi di Busseto (PR), Parrocchiale, Francesco Bossi (suonato da Giuseppe Verdi bambino)

1799 Candide di Cadore (BL), Parrocchiale, Callido (doppio in 12')

1824 Gavinana (PT), Parrocchiale, Agati (Tronci 1856) con doppia pedaliera

1825 Piacenza, Basilica Santa Maria di Campagna, Serassi doppio (con campane ai pedali e Cornamusa a tuba corta 'en chamade'; strumento progettato e regolarmente suonato da Padre Davide da Bergamo)

1831 Pisa, Cattedrale, Serassi

1837 Grondona, Parrocchiale, Carlo Giuliani

1848 Carnate, Parrocchiale, Giudici

1852 Tirano (SO), S. Martino, Serassi

1855 Vicenza, Santa Corona, Giovanni Battista De Lorenzi (fonocromico)

1860 Cortemaggiore, S. Maria delle Grazie, Adeodato Bossi Urbani

1860 Bergamo, S. Anna, Serassi doppio

1861 Lecco, S. Nicolò, Bernasconi

1865 Firenze, S. Lorenzo, Serassi (tre tastiere in spettacolare consolle tutta intarsiata)

1867 Castiglione d'Adda (LO), Parrocchiale, Serassi (tre tastiere)

1874 Torino, Duomo, Giacomo Vegezzi Bossi

1877 Cremona, S. Pietro al Po Lingiardi "orchestra" (integralmente conservato nelle sue condizioni originali)

1881 Genova, Nostra Signora della Consolazione, Locatelli (uno dei primi esempi di organi riformati)

1889 Soave (VR), Parrocchiale, Trice (Farinati 1912, Tamburini 1944)

1899 Mapello (BG), Prepositurale, Giacomo Locatelli Senior et Junior

1902 Aosta, Cattedrale, Carlo I Vegezzi-Bossi 

1916 Genova, Insigne Basilica Collegiata di Nostra Signora delle Vigne, Giovanni Tamburini

1929 Torino, Santuario S. Antonio da Padova, Francesco Vegezzi Bossi

1931 Firenze, Santa Croce, Tamburini

1931 Torino, Conservatorio Statale di Musica "Giuseppe Verdi", Tamburini

1932 Como, Duomo, Balbiani

1933 Roma, Pontificio Istituto Musica Sacra, Mascioni

1933 Morrovalle (MC), Santuario "Madonna della Quercia", Zeno Fedeli / Enrico Giustozzi

1938 Milano, Duomo, Mascioni/Tamburini

1941 Torino, Santuario di Maria Ausiliatrice, Tamburini

1942 Schio (VI), Duomo, Mascioni

1948 Novara, S. Gaudenzio, Mascioni

1948 Messina, Cattedrale, Tamburini (ampliamento/rifacimento di quello del 1933)

1951 Bologna, S. Giovanni, Tamburini (olim Roma, Auditorium Pio)

1955 Torino, Auditorium RAI, Tamburini (restaurato nel 2005 ma mai rimontato!)

1958 Siena, Cattedrale, Tamburini (ampliamento/elettrificazione)

1960 Ravenna, S. Vitale, Mascioni

1961 Lugo (RA), S. Francesco di Paola, Fratelli Ruffatti

1961 Firenze, Duomo, Mascioni (2018 ampliamento/restauro/reintonazione)

1961, Este (PD), Duomo di S. Tecla, Fratelli Ruffatti (4 tastiere, 67 registri)

1962 Napoli, Chiesa di S. Maria La Nova, Fratelli Ruffatti (tre tastiere, 35 registri)

1962 Faenza, Duomo, Vincenzo Mascioni

1962 Cesena, Duomo, Fratelli Ruffatti (ampliamento 1991)

1962 Lucca Duomo Mascioni

1962 Clusone (BG) Chiesa Arcipretale, Fratelli Ruffatti ( tre tastiere, 64 registri)

1962 (circa) Prato, Cattedrale, Fratelli Ruffatti (Tre tastiere, 51 registri, 3.407 canne)

1964 Bologna Santissima Annunziata Giuseppe Zanin & Figlio

1965 Reggio Calabria, Cattedrale, Fratelli Ruffatti (tre tastiere, 42 registri)

1966 Chiavenna, S. Lorenzo, Balbiani

1967 Bologna, Santa Maria dei Servi, Tamburini (progetto Tagliavini)

1967 Ferrara, Basilica Cattedrale di S. Giorgio, Fratelli Ruffatti (tre tastiere, 54 registri)

1967 Monreale (Palermo), Basilica Cattedrale di S. Maria La Nova, Fratelli Ruffatti (6 tastiere, 7 corpi d’organo, 86 registri reali, 7.097 canne)

1969 Milano, Chiesa Cristiana Protestante, Tamburini (III, 32; meccanico)

1970 Noale (VE), Chiesa Arcipretale, Fratelli Ruffatti (due tastiere, per decenni sede di un noto concorso per giovani organisti)

1971 Bitonto (BA) Basilica dei SS. Medici, Fratelli Ruffatti (tre tastiere, 59 registri, 3.567 canne)

1973 Subiaco, Cattedrale, Mascioni

1978 Barzio, Parrocchiale, Mascioni

1980 Pisa, Cattedrale, Mascioni

1984 Cremona, Duomo, Mascioni

1985 Ferrara, Conservatorio di Musica “G. Frescobaldi”, Fratelli Ruffatti (meccanico, tre tastiere, 46 registri, 3.130 canne)

1985 Milano, Santa Maria Segreta, Tamburini

1987 Gallarate, Basilica, Mascioni

1992 Arcore (MB) Parrocchiale Dell'Orto & Lanzini

2000 Villacortese Parrocchiale Ruffatti

2006 Merate Parrocchiale Fratelli Corno

2007 Torino, Chiesa del Volto Santo, Fratelli Ruffatti (meccanico, tre tastiere, 35 registri)

2008 Roma, S. Antonio dei Portoghesi, Mascioni (2016 ampliamento)

2009 Rieti, S. Domenico, Formentelli (in stile barocco francese ispirato a Dom Bédos e Roubo)

2010 Bergamo, Duomo, Pietro Corna

2011 Pinerolo (TO), Parrocchiale, Dell'Orto & Lanzini (stile barocco nord-germanico tipo Arp Schnitger)

2011 Cuneo, Sacro Cuore, Brondino Vegezzi Bossi

2012 Courmayeur, Parrocchiale, Brondino Vegezzi-Bossi

2013 Villasanta, Parrocchiale, Bonato

2013 Voghera, Duomo, Mascioni (già Balbiani 1962)

 

 

- per suggerire un organo "memorabile", si utilizzi cortesemente il modulo-contatti nella pagina principale del presente sito (precisando il motivo per cui lo strumento segnalato sarebbe degno di apparire nel soprastante elenco)