Giovanna Emanuela Fornari

Tu sei qui

 

Giovanna Emanuela FORNARI, diplomata in Organo e Composizione organistica al Conservatorio “A. Boito” di Parma con F. Tasini, ha proseguito gli studi nelle classi di Organo, Clavicembalo e musica da camera con J.W. Jansen e M. Bouvard, al Conservatorio di Tolosa, nel quale ha ottenuto il 1° Prix d'orgue ed il 1° Prix de clavecin con le “felicitazioni della giuria”. Insieme il Conservatorio e la città di Tolosa le assegnano il Prix “F. Vidal”, premio assegnato ai migliori solisti. In seguito ottiene dal Conservatorio di musica di Tolosa il Prix de Perfectionnement in clavicembalo. Primo premio al concorso d'organo «F. Barocci» di Ancona (IV edizione) e premiata nella sezione di organo del VIII Concorso Nazionale musicale “Città di Cento”. Ha successivamente conseguito il Master in “Music Performance” alla Hochschule di Berna (CH) in Organo approfondendo lo studio del basso continuo con Dirk Boerner e il fortepiano con E. Torbianelli. È stata organista titolare della Basilica Beata Vergine della Ghiara a Reggio Emilia, attualmente svolge il medesimo incarico nella Chiesa Abbaziale di S. Giovanni Evangelista in Parma. Da alcuni anni è presente come docente di Clavicembalo nelle masterclass estive della Salsosummerclass Academy a fianco di C. Hartmann, Yulia Beriskaya, Giovanni Gnocchi, Simonide Braconi, Marco Zoni, Cinzia Forte; Come solista al clavicembalo ha partecipato alla realizzazione dell'opera enciclopedica in DVD sulla musica rinascimentale e barocca edita dalla casa discografica giapponese ICM ( Scarlatti, Couperin, Balbastre). Presente nei diversi Festival in Europa (Svezia Organ Space, Inghilterra, Svizzera, Francia, Spagna, Portogallo..), è dal 2010 regolarmente chiamata ad esibirsi sia come solista che come continuista in tournée in prestigiosi teatri in Giappone e Sudamerica (Tokio Bunka kaykan, Ginza Blossom hall, Nagaoka lilik halle Teatro National de Lima); come solista oltre alla produzione riguardante il settecento ha in uscita produzioni che riguardano il repertorio italiano operistico e tardo-romantico, del quale sottolinea l’interesse affiancando al Festival Verdi. Nella musica contemporanea oltre ad essere selezionata dal prestigioso Weltmusiktage ‘87 ha attualmente collaborazioni con Achim Boerhoeft (Direttore Istituto Nuova Musica e Musica Elettronica e titolare della classe di Composizione Elettroacustica del Mozarteum di Salisburgo) e Karlheinz Essl (Titolare classe di Musica Elettronica dell’Università per la Musica e le arti interpretative di Vienna) riguardo a progetti per la composizione elettroacustica all’organo. Come continuista ha al suo attivo diverse registrazioni del repertorio vivaldiano e, in prima assoluta, opere italiane contenute nel fondo Blancheton della Biblioteca Nazionale di Parigi “Vivaldi, Concerti per violino archi e cembalo”, edito da Arion 2007, “Around Vivaldi”- Alberti, Tessarini, Zani, Somis, Rotondi, Razzetti, edito da Solstice 2009, “Carlo Tessarini Complete twelve violin concertos op. 1”,per la Indesens records 2012; oltre al DVD “Barocco italiano del XVIII secolo”, per l'editore ICM Giappone, 2008). Nel 2009 è stata invitata a tenere il concerto d'inaugurazione per il restauro del prezioso organo di Alessandro Scarlatti ( De Martino sec. XVII) nel Santuario della SS.ma Annunziata a Gaeta. All'organo ha inoltre al suo attivo anche prestigiose collaborazioni come solisti quali con C. Hartmann (oboe dei Berliner Philharmoniker) con J. Guillou (prima nazionale di«Répliques» op. 75) per due organi, e con diverse orchestre, tra le altre l'«Orchestra da camera di Ravenna» e l'orchestra «I Musici di Parma» con cui ha collaborato in qualità di solista. Ha conseguito la laurea "cum laude" alla Facoltà di Lettere (indirizzo musicologico) dell'Università degli Studi di Parma con la tesi "L'influsso del suono sull'uomo" in cui vengono messe a confronto prassi compositiva contemporanea e musicoterapia storica e una laurea specialistica in Organo con la tesi: Le Sonate di "F. Capocci". Dal 2007 è nella direzione artistica dell'Accademia Organistica di Parma che promuove la riscoperta degli organi storici della città tramite restauri, visite guidate e il Festival organistico internazionale della Città di Parma. Responsabile del restauro (2012-2013) dell'organo "Tamburini/Serassi" (1928) della Chiesa di S. Giovanni Evangelista a Parma è promotrice degli studi e delle pubblicazioni sulla tradizione  musicale organistica nell'Abbazia con produzioni (CD e DVD) in collaborazione con il Monastero, l'Istituzione Casa della Musica di Parma e il Comune di Parma. È docente della Cattedra di Organo al Conservatorio “S. Giacomantonio” di Cosenza. È docente a contratto di Clavicembalo presso l'Istituto musicale
“A. Peri” di Reggio Emilia. [settembre 2019]