Pierluigi Mazzoni

Tu sei qui

 

Pierluigi Mazzoni, organista, clavicembalista e direttore di coro, ha conseguito la laurea in Organo presso il Conservatorio "Nino Rota" di Monopoli con il massimo dei voti sotto la guida dei maestri Giamila Berrè e Margherita Sciddurlo, presentando due tesi riguardanti l’una la storia e ricognizione organaria della città di Monopoli, l’altra la figura del compositore musicista Michele Corona e la tradizione musicale della Cattedrale di Monopoli. Ha preso parte a numerose attività di perfezionamento in organo e anche per quanto riguarda la musica sacra, la liturgia e la direzione corale con nomi illustri (Arturo  Sacchetti, Matteo Imbruno, Filippo Bressan, Livia Mazzanti ed altri).  È organista presso la Basilica Cattedrale Maria Santissima della Madia e direttore artistico della Schola Cantorum ed Ensemble "Laudate Dominum" di Monopoli. Ha al suo attivo oltre cento partecipazioni presso Festivals organistici internazionali, organizzazioni corali, orchestrali ed istituzionali, tra queste l’Orchestra ICOM diretta da Martino Palmitessa per l’allestimento ed esecuzione in prima assoluta del dramma sacro “Il Dono del Cielo”.  Dal 2014 al 2017 ha realizzato numerosi seminari di alto perfezionamento organistico, ospitando artisti di chiara fama internazionale. Ha prestato servizio come organista per le Sante Messe in diretta su RAIUNO trasmesse dalla Basilica Cattedrale Maria SS. della Madia in Monopoli (dicembre 2018). Ha partecipazione, per la casa Digressione Music, alla realizzazione del c.d. “Canzoni Recercate e spiritate” in collaborazione con il Conservatorio di Monopoli.  Nell’estate 2019 ha curato la direzione artistica della rassegna concertistica di musica del settecento “Insanguine Monopoli Festival”. Attualmente è iscritto al post-gradum in organo presso l’Istituto Pontificio di Musica Sacra a Roma (Città del Vaticano) e svolge una intensa attività didattica e concertistica spaziando dal repertorio solistico al duo a quattro mani, per giungere alla musica settecentesca (sulla quale investe un’importante opera di ricerca e trascrizione) curando numerose produzioni concertistiche per la tutela e diffusione del patrimonio musicale ed organario. [febbraio 2020]