Alessandro Urbano

Tu sei qui

Alessandro Urbano, nato nel 1985 a Novi Ligure (AL), comincia come autodidatta i suoi studi musicali all'età di 11 anni.
Nel 2008 ottiene il diploma d’organo, col voto di 10/10, nella classe di Letizia Romiti al Conservatorio "A. Vivaldi" di Alessandria (AL).
Nel 2010 ottiene il diploma di primo livello in clavicembalo, presso lo stesso conservatorio, con il voto di 110/110 e lode, nella classe di Francesca Lanfranco.
Nel 2012 ottiene il diploma di Master in Maestro al Cembalo (direzione in musica antica) alla Haute Ecole de Musique de Genève (Ginevra - Svizzera), nella classe di Leonardo Garcia Alarcon (voto di 6/6, lode e premio speciale) eseguendo la ricostruzione dell’opera integrale "Orfeo Dolente" di Domenico Belli (1616).
Nel 2001 vince il secondo premio alla V editione del Concorso Internazionale di Interpretazione Organistica nell'ambito del Concorso Internazionale “Franz Schubert” (Italia); nel 2004 ha vinto il III premio al Concorso Organistico Nazionale “San Guido d’Aquesana” (Acqui Terme - Alessandria).
È stato organista titolare all’Insigne Chiesa Collegiata di Novi Ligure (Organo F.lli Serassi 1848), organista titolare della Basilica Santuario Madonna della Guardia di Tortona (Organo Mascioni 1983) ed è Maestro di Cappella alla Basilica di Santa Maria Maddalena di Novi Ligure (Organo Poncini 1742).
Ha participato a numerosi corsi di perfezionamento in organo, clavicembalo e direzione di coro con Przémyslaw Kapitula, Ewald Kooiman, Luigi Ferdinando Tagliavini, Bob van Asperen, Emilia Fadini, Marco Berrini, Giacomo Baroffio, Lorenzo Donati, Peter Neumann.
A partire dal 2002, é stato direttore artistico e musicale di più gruppi vocali con cui ha eseguito il repertorio vocale dal rinascimento ai giorni nostri.
Nel 2005 ha eseguito concerti come organista in Italia e Germania con il coro e l’orchestra dell’Università di Bamberg (Germania), diretti da Michael Goldbach.
Nel 2006 ha ottenuto l’attestato di specializzazione in direzione di coro all’ “Institut Musical de la Vallé d'Aoste” (Aosta - Italia).
Nel 2008 ha diretto il Requiem di W.A.Mozart nella versione da camera di C.Czerny.
Ha collaborato come continuista (organo e clavicembalo) con l’Ars Cantica Choir di Milano, diretta da Marco Berrini, in opere come la Messa Concertata a 8 di A.Burlini (prima esecuzione moderna), Petite Messe Sollennelle di G.Rossini (harmonium), Messa in si minore di J.S.Bach, Salmi e Antifone Mariane di Michel'Angelo Grancini (concerto a Montpellier - Francia).
Nel 2010 ha realizzato una registrazione per Radio Vaticana con la sua trascrizione della Pump and Circumstance March no.1 di Sir Edward Elgar per due organisti, in duo con Alberto Do (Grand Organo Mascioni del “Ponficium Institutum Musicae Sacrae” di Roma).
A Pasqua del 2010 é invitato a dirigere l'oratorio "La Resurrezione" di G.F. Händel con l'orchestra barocca Vallotti di Vercelli (Italia).
Tra il 2010 e il 2011, si occupa della trascrizione del manoscritto di una cantata profana di Vincenzo Calderara e ne dirige, come Maestro al Cembalo, la prima mondiale nell'ambito della XIV edizione del Festival “Scatola Sonora - Festival Internazionale di Opera e Teatro Musicale di piccole dimensioni”, presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria.
Ha partecipato come assistente di produzione alla realizzazione discografica della Via Crucis di Liszt, (Ars Cantica, Marco Berrini, Alessandro Marangoni piano), pubblicata da Naxos (Numero di Catalogo: 9.70165).
Nel 2012, in seguito un concerto privato, inizia una collaborazione con il controtenore Carlos Mena.
Nel 2013 è in tournée con l'Académie Baroque d'Ambronay nell'Orfeo di Claudio Monteverdi diretto da Leonardo Garcia Alarcon.
È direttore dell'Ensemble L'Armonia degli Affetti di Ginevra, con cui ha vinto l'anno di residenza ad Ambronay nel 2014. [dicembre 2013]

 

* * *