La biblioteca di Oscar MISCHIATI a Bologna

Tu sei qui

Autore: Paolo Bottini segretario "Associazione Italiana Organisti di Chiesa" dal 1998 al 2011

Sezione Cronaca

Conta circa 15.000 pezzi

Interamente donata alla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna

via Nazario Sauro 20/2
40121 Bologna BO
Italia

 

 

 

 

Nel 15° anniversario della morte di

 

OSCAR MISCHIATI

(Bologna, 11 luglio 1936 - Gazzaniga, BG, 14 aprile 2004)
www.oscarmischiati.it

 

ricordiamo che la corposa biblioteca dell'illustre studioso, composta da circa 15.000 pezzi, è stata donata nel 2007 alla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna dalla sorella, signora Marilena Mischiati.

I materiali della Biblioteca, ovviamente specializzata sull’argomento musicale, concluso il trattamento hanno finalmente trovato collocazione nel restaurato complesso di San Colombano – inserito all’interno del percorso "Genus Bononiae. Musei nella Città" –, luogo destinato ad ospitare anzitutto la collezione di strumenti musicali donata dal Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini www.luigiferdinandotagliavini.it .

Il fondo conserva: repertori e opere generali sulla musica; testi specializzati sull’arte organaria (tra i quali alcuni unici anche in Europa); monografie su strumenti e musicisti; dischi in vinile, musicassette e CD; riviste e periodici di argomento musicale e non solo; materiali effimeri (programmi di concerti in Italia e all’estero, presentazioni e recensioni di volumi ecc. ecc.). È possibile consultare il catalogo on-line ed accedere ai volumi contattando la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale, al numero +3905119936352.

Tutto ciò che è già stato schedato è già visibile all’interno del catalogo on-line SBN/UBO. Le sezioni create sono tre: MISCHIATI, MISCHIA OP. E MISCHIA PER., per distinguere semplicemente i volumi dagli opuscoli e dai periodici. La collocazione è a formato.

 

Oscar MISCHIATI, laureato in filosofia all’Università di Bologna, è stato incaricato di letteratura poetica e drammatica al Conservatorio di Bolzano e assistente di storia della musica all’Università di Bologna. Dal 1964 fino a pochi anni prima della sua scomparsa ha ricoperto l’incarico di bibliotecario al Conservatorio di Bologna. Ha collaborato, tra l’altro, a varie riviste ed è stato membro di numerose società di musicologia. Sono innumerevoli i suoi scritti riguardo la catalogazione del patrimonio organario, regesti di archivi, edizioni critiche di musica antica. Insieme a Luigi Ferdinando Tagliavini è stato protagonista del movimento di tutela e valorizzazione del patrimonio organario italiano, grazie alla sua inarrivabile conoscenza di molta parte di esso e per questo motivo richiestissimo per consulenze e pareri.

 

 

Con l'occasione ricordiamo il testo dell'intervento di Mischiati nel convegno di studi "I beni culturali ecclesiastici tra culto e tutela" promosso dalla Amministrazione Provinciale di Varese nel 1987 http://liturgiaetmusica.blogspot.com/2014/12/codificazione-ufficiale-della-mediocrita-mischiati.html (il testo originale in formato PDF è a disposizione qui in calce esclusivamente per gli utenti iscritti al presente sito internet!).

 

 

 

 

contenuto inserito da: - Segreteria OrganieOrganisti.it