Deniel Perer

Tu sei qui

 

Deniel Perer è nato a Feltre nel 1989. Ha iniziato sin da giovane lo studio della musica. Ha conseguito nel 2012 il diploma di Organo e Composizione organistica, a pieni voti con lode e menzione speciale, presso il Conservatorio “Ste ani” di Castelfranco Veneto; ha studiato nel contempo all’Accademia Internazionale della Musica di Milano, perfezionandosi poi in Svizzera presso la Schola Cantorum Basiliensis, dove nel 2014 ha ottenuto il Master Summa cum laude in Organo e nel 2016 quello in Clavicembalo. Ha vinto vari premi in concorsi d’organo e clavicembalo, tra cui il primo premio all’8° Concorso Internazionale di Musica Barocca e Studi Musicologici “Principe Francesco Maria Ruspoli” 2016 di Vignanello e il terzo premio al 17° Concorso Organistico Internazionale “Paul Ho aimer” 2013 di Innsbruck. Nel 2015 è stato premiato dalla Hans-Balmer Stiftung di Basilea con una borsa di studio come miglior organista diplomato dell’anno. Numerose le rassegne concertistiche che lo vedono regolarmente impegnato come solista e continuista, in Italia, all’estero e talvolta oltreoceano. È direttore dell’ensemble vocale e strumentale barocco “L’Arti zio Armonico” e membro di “Abchordis Ensemble” e “Il dolce conforto”, registrando per Diastema, Christophorus, Outhere e Sony DHM. È ideatore del piccolo festival organistico “Wondrous Machines” di Feltre nonché della “Accademia di Musica Antica di Feltre” e ha pubblicato per la collana “Quaderni di Storia Organaria”. In collaborazione con il Comune di Feltre ha formato un’equipe di studio che si sta occupando del restauro, ricollocazione e utilizzo storicamente informato degli antichi materiali di scena rinvenuti nel Teatro della Sena di Feltre. Dal 2014, nella sua piccola bottega a Feltre, si occupa della conservazione, costruzione e restauro di organi e altri strumenti da tasto. Per la chiesa di S. Tiziano a Goima in alta Val di Zoldo ha restaurato il materiale fonico del pregevole organo Merlini del 1780 e per la chiesa di Santa Giustina Bellunese ha rifatto ed ampliato in stile franco – alsaziano l’organo nuovo del presbiterio; ha costruito un organo portativo in stile italiano attualmente collocato a Basilea. [luglio 2020]