L'integrale de "L'Orgue Mystique" di Tournemire

Tu sei qui

da Domenica, 24 Febbraio, 2019 - 17:00 a Domenica, 3 Marzo, 2019 - 17:00
chiesa Santa Maria Maggiore

Undicesimo ciclo dell'esecuzione integrale del monumento organistico del noto compositore francese

Sezione Concerti

Interpreti: Matteo Enrico Balatti, Viswas Orler, Tarcisio Battisti

Organizzatore / Partners:
Associazione Organistica Trentina "Renato Lunelli"

 

 

Sabato 16 febbraio 2019 alle ore 17:00 nella Basilica di Santa Maria Maggiore in TRENTO prenderà il via l'undicesimo ciclo dell'esecuzione integrale de "L'Orgue Mystique" di Charles TOURNEMIRE.

 

Gli altri appuntamenti si terranno nelle domeniche del 24 febbraio e del 3 marzo, sempre alle 17:00, allo storico organo "Vincenzo Mascioni" op. 420 (1930; III/57, el.)

 

Calendario:

 

Sabato 16 febbraio 2019
Matteo Enrico Balatti

https://www.organieorganisti.it/matteo-enrico-balatti


Domenica 24 febbraio 2019
Viswas Orler

https://www.organieorganisti.it/utenti/viswas-orler


Domenica 3 marzo 2019
Tarcisio Battisti

https://www.organieorganisti.it/tarcisio-battisti


con la partecipazione del Gruppo vocale "L. Feininger": Marco Gozzi - Salvatore de Salvo Fattor - Roberto Gianotti (dir.)

con il patrocinio dell’Arcidiocesi di Trento - Servizio Liturgia

Presentazione di Stefano Rattini, https://www.organieorganisti.it/utenti/stefano-rattini , presidente della Associazione Organistica Trentina "Renato Lunelli":

 

Anno dopo anno, ufficio dopo ufficio, l’esecuzione integrale del
grandioso ciclo de “L’Orgue Mystique” di Charles Tournemire
prosegue, unicum nel panorama italiano e autentica rarità in quello
internazionale. Ora, se questa impresa si limitasse a contribuire alla
conoscenza di un autore - importantissimo nel campo della letteratura
organistica, ma non tra i più noti della storia della musica - la sua portata
sarebbe di certo piuttosto limitata; una delle conquiste più interessanti da
mettere in attivo, sta piuttosto nell’aver dato coscienza, a noi operatori del
settore e ai nostri fedeli ascoltatori, che con pazienza, tenacia e curiosità,
ci si può affezionare ad un compositore e ad uno stile nuovi, anche lontani
dalle proprie frequentazioni abituali. Una sintassi musicale così particolare
e lontana dalla sensibilità media, come quella di Tournemire, può essere
conosciuta, approfondita ed apprezzata se si ha la pazienza di ascoltare
con mente libera e se si lasciano maturare in sé le nuove sonorità godendosi,
col fluire del tempo, una familiarità sempre più intima con l’autore e la sua
opera. E con “L’Orgue Mystique” ci troviamo di fronte ad un prodotto
che trascende la pura creatività artistica per perseguire, a nostro avviso, un
intento più nobile: quello di impreziosire il canto gregoriano e con esso,
in buona sostanza, la parola sacra, per portarlo fin nel profondo del cuore.
Ecco che, insieme allo stile musicale, è tutto un fervore, tutto un profondo
misticismo a farsi strada nella coscienza e, ci auguriamo, ad operare a
vantaggio di chi si lasci sensibilizzare da questa monumentale creazione
musicale.