Pietro Pasquini

Tu sei qui

 

Pietro PASQUINI, nato a Crema, si è diplomato in Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio di Piacenza e in clavicembalo al Conservatorio di Ferrara. Dal 1989 al 1993 ha studiato organo con Jean-Claude Zehnder alla “Schola Cantorum” di Basilea. Ha frequentato corsi di perfezionamento in organo tenuti da Ton Koopman e Michael Radulescu. È risultato vincitore dell’audizione indetta da “Associazione Lombarda Amici dell’Organo” di Milano (1987), si è aggiudicato il 2° premio ex-aequo (1° non assegnato) al concorso nazionale “Città di Milano” (1990), il 2° premio al concorso internazionale “Città di Milano” (1992), il 1° premio al concorso internazionale di Pasian di Prato (1995), il 3° premio (1° non assegnato) al “Concours Suisse de l’Orgue” (1996), il 1° premio al 5° concorso internazionale “Zelinda Tossani” di Bologna (1998). Svolge attività concertistica in qualità di organista e clavicembalista e collabora come continuista con vari gruppi strumentali e vocali, tra cui l’Ensemble "Il Viaggio Musicale", con cui ha ottenuto riconoscimenti in vari concorsi (Roma, Perugia, Rovereto), e l'Ensemble "Quoniam", col quale ha registrato un CD dedicato a Claudio Merulo e partecipato a importanti cicli concertistici in Italia e in Germania. Ha registrato per le case discografiche Bongiovanni, Sarx Records, Tactus, Chandos, Dynamic, Brilliant Classic. Ha inoltre effettuato alcune registrazioni per la Radio Svizzera. Si occupa frequentemente di organaria, con particolare riguardo al restauro di organi antichi e alla progettazione di nuovi strumenti. È stato docente di organo presso il Conservatorio "J. Tomadini" di Udine dal 1997 al 2013, in seguito titolare della cattedra di Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio “L. Marenzio” di Brescia. È improvvisamente venuto a mancare il 5 luglio 2019 a causa di una emorragia cerebrale.